Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Giovedì 23 Novembre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-10-04 alle 16:43:03

Tags:

STRADA DELLA CONTESSA, DISAGI SENZA FINE

Attualita

Il cantiere è ancora aperto e i due semafori continuano a creare imbarazzanti disagi con lunghe code all'altezza della galleria della Contessa. Non si riesce a venire a capo dell'intervento sul breve tratto del ponte che, salendo da Gubbio, immette verso il vecchio tunnel. Dalla fine del maggio scorso risulta infatti sottoposto a lavori infiniti che procedono a rilento perché viene utilizzato poco personale e per fasce orarie ridotte, comprese intere giornate senza che sul posto si faccia vedere anima viva. Il Comune e la Provincia avevano annunciato che la sistemazione della strada sarebbe terminata il 21 settembre, anche se fin dall'inizio la prospettiva dei lavori ha suscitato non poche polemiche proprio per i tempi lunghissimi e l'espletamento dell'appalto. Questa tempistica si sta ulteriormente dilatando senza alcuna comunicazione ufficiale da parte delle due amministrazioni pubbliche, che dopo ripetuti summit e aver fissato le iniziali scadenze hanno poi fatto calare il silenzio rinunciando a informare l'opinione pubblica sulla situazione. Sul cantiere ieri mattina c'erano tre operai, mentre lunedì è rimasto deserto per buona parte della giornata. Si formano lunghe code davanti al semaforo soprattutto per la presenza di mezzi pesanti che si spingono a occupare, provenienti dalle Marche, un tratto considerevole interno alla galleria. Non va meglio salendo da Gubbio, visto che pure in questo caso la fanno da padroni i camion delle più disparate dimensioni che stringono le auto in una morsa. Ai disagi per il transito si aggiungono in quel contesto ambientale pure gli scarichi di gas dei veicoli che sostano forzatamente lasciando accesi i motori quando sono costretti a fermarsi all'impianto semaforico. I tormenti dell'estate stanno proseguendo e i riflessi sono sempre più pesanti, anche rispetto all'economia della zona nel ricordare come gli operatori commerciali di quell'area siano stati praticamente costretti a intervenire economicamente con 16mila euro per far attivare di tasca propria un servizio nei week end che riducesse i disagi e le code grazie all'intervento dell'apposito personale coinvolto al posto del semaforo per far scorrere i mezzi con la logica dei flussi. Le segnalazioni di protesta si susseguono ininterrottamente da tutta l'estate: è stata denunciata ripetutamente la carenza di operai sul cantiere e invocata l'intensificazione dei turni per ridurre i tempi dell'intervento. Comune e Provincia mantengono la linea del silenzio lasciando che il tempo passi, al di là di qualche interruzione dei lavori e dei semafori com'è successo nei giorni in occasione della ricorrenza della traslazione di Sant'Ubaldo.

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Btg San Marco 2017-10-04 alle 17:51:33

    Una zona lascita abbandonata a se stessa, sperduta in mezzo all nulla.

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it