Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Sabato 23 Settembre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-09-10 alle 09:32:10

Tags:

PALIO DELLA BALESTRA, SE PIOVE TUTTI AL PALASPORT

Attualita

Se piove, il Palio si si disputerà nel palazzetto dello sport. Si presenta da trionfatore in piazza Grande nel maggio scorso Giampiero Bicchielli, già maestro d'armi della società balestrieri di Gubbio. E si ripropone come trionfatore Alessandro Mancini che ha vinto il Torneo Nazionale. Si annuncia piena di motivi la rivincita del Palio della Balestra con Sansepolcro, oggi in piazza Torre di Berta, come da tradizione la seconda domenica di settembre. Appuntamento dalle ore 16 per aggiudicarsi il drappo opera dell'artista Enzo di Franco e ispirato alla Madonna del Parto di Piero della Francesca. La competizione con la balestra antica all'italiana, da postazione, trova uno scenario suggestivo tra costumi d'epoca, musici, tamburini, sbandieratori e cortei storici. Con la freccia va centrato il bersaglio, detto corniolo o tasso, da una distanza di 36 metri. I figuranti vestono costumi medioevali nel caso di Gubbio e rinascimentali per Sansepolcro ispirati dagli affreschi del biturgense Piero della Francesca. Ci sarà anche il sindaco Filippo Mario Stirati. “Vogliamo chiudere in bellezza questo 2017, ci siamo preparati al meglio”, dice Andrea Rueca che ha lancia la sfida dei balestrieri eugubini. Il secolare Palio è stato preceduto, giovedì sera, dal concerto in cattedrale a Sansepolcro con il mezzosoprano Chiara Chialli e il maestro Roberto Tofi all’organo, presenti i figuranti in costume e il sindaco biturgense Mauro Cornioli che è anche balestriere ricordando la sua vittoria proprio in terra toscana tre anni fa. Questa manifestazione, alle cui regole si rifanno altre competizioni di tiro con la cosiddetta balestra grossa che si tengono in una ventina di città italiane, si svolge ininterrottamente dal 1400. Il più antico documento dove si menziona questo Palio risale al 1461. E' un brano della Cronaca di Ser Silvestri Angelelli Manni de Campionibus, biografo del Duca Federico da Montefeltro: si racconta della visita a Gubbio di Madonna Battista Sforza, moglie del Duca, che il 17 maggio 1461 andò a vedere balestrare il Palio in piazza Grande. Le due città organizzano la sfida nelle feste in onore dei rispettivi santi protettori, Sant'Ubaldo e Sant'Egidio fondatore della città toscana.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it